lunedì 23 novembre 2009

Strudel di Cavolo Nero e Cavolo Friulano

Da tempo cercavo una ricetta per fare la pasta dello strudel che non sia pasta sfoglia. Mi riferisco a quell'impasto elastico che si può tirare fino ad avere una sfoglia quasi trasparente. L'avevo visto fare solo in tivù finché Magda, un'amica e una fedele lettrice :o)), mi ha girato la ricetta della sua mamma tramite un suo commento in un post. L'ho riportata quasi alla lettera qui sotto.
Sono davvero soddisfatta e contenta del risultato, anche dopo la prima prova. L'unica cosa (perdonami, Magda! :o)), per lo strudel dolce forse preferisco la pasta sfoglia.... Per quello salato però, d'ora in poi, userò questa pasta.

La sfoglia:
250 g di farina
1 pizzico di sale
1 uovo
50 gr di burro, sciolto e intiepidito
mezzo bicchiere di acqua tiepida
mezzo cucchiaio di zucchero (solo per lo strudel dolce)

Mescolate la farina, il sale e lo zucchero (se fate lo strudel dolce), quindi disponete a fontana.
In una ciotola sbattete l'uovo, aggiungete l'acqua e il burro liquefatto. Versate il tutto al centro della fontana e lavorate fino a ottenere una pasta liscia ed elastica.
Raccogliete l'impasto a palla e lasciate riposare, coperta con una pellicola, per circa 20 minuti, tempo di preparare gli ingredienti per il ripieno.
Questa dose di sfoglia, basterebbe per fare due strudel. Per questa ricetta vi serve solo la metà. Quindi, congelate l'atra metà della pasta fino al momento del bisogno, o usatela per fare un altro strudel, anche quello dolce. Va bene lo stesso, sarà soltanto meno dolce e meno dorata dalla sfoglia con lo zucchero.

Il ripieno:
300 gr di cavolo nero
500 gr di cavolo friulano*
1 spicchio d'aglio
1 peperoncino
2-3 filetti di acciuga
100 gr di feta
30 gr di uvetta, ammollata in acqua tiepida e strizzata
15 gr di pinoli, tostati
sale e pepe q.b.
olio extra vergine di oliva q.b.
latte q.b.

Lavate e mondate i cavoli. Scartate i torsoli e tagliate le foglie in listarelle grosse. Sbollentatele in acqua salata per circa 5 minuti, giusto per ammorbidirle leggermente. Scolate e strizzate.
Tritate l'aglio, l'acciuga e il peperoncino. Scaldate un pò di olio in una padella e soffriggete il trito.
Unite i cavoli e le uvette. Salate, pepate e lasciate cuocere per circa altri 5 minuti.
Togliate dal fuoco e aggiungete il feta sbriciolato e i pinoli. Mescolate per distribuirli bene.
Lasciate a parte a intiepidire.

Spruzzate un po' di acqua su un piano di lavoro e stendete un pezzo di carta da forno. L'acqua dovrebbe aiutare a tenere ferma la carta.
Prendete metà dell'impasto della sfoglia e tiratelo con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile, quasi trasparente. Spolverate di farina se serve, per evitare che si attacchi.
Distribuite il ripieno sulla sfoglia, lasciandone circa 1/3 libera.
Spennellate i bordi con il latte, arrotolate e chiudete lo strudel. Mettete la parte delle pieghe verso il basso per non rischiare che si apra durante la cottura.
Bucherellate lo strudel con una forchetta e spennellate la superficie con il latte.
Alzate i lembi della carta da forno e sollevateli per poter trasferire facilmente lo strudel in una placca da forno.
Infornate in un forno già caldo a 180°C (ventilato) per circa 25-30 minuti, fino alla doratura.

*Potete usare anche solo il cavolo nero se non avete il cavolo friulano. Non l'avevo mai provato prima e l'ho preso qui per curiosità.

P.S.:
Parlando del cavolo, giovedì scorso sono stata a Padova per la presentazione del "Libro del Cavolo" di Sigrid. Finalmente l'ho vista in carne e ossa ma, soprattutto, ho conosciuto di persona anche Carola, che ha organizzato l'incontro. Dovete sapere che la prima mail che ho avuto sull'indirizzo puracucina era di Carola, sapete che emozione!!! ;o)) Mi sono divertita davvero tanto. C'era Babuska, che ha portato un buonissimo salame (e non solo), e anche Nicodemo.
Grazie a Carola per avermi coinvolta, e anche a Chiara (una mia amica) per avermi fatto compagnia! :o) Se volete vedere un pò di foto e reportage della giornata, cliccate qui e qui, o anche qui.

8 commenti:

Daphne ha detto...

Ciao! ^_^
Ti andrebbe di partecipare al mio primo contest a premi? :)
Se vuoi passa da me a dare un occhiata al regolamento :)
Buona giornata ^_*

puracucina ha detto...

Ciao Daphne!
Se riesco con i tempi, ben volentieri. Ora vado da te per vedere di cosa si tratta! :o)
A presto!

Daphne ha detto...

Ciao :)
Non preoccuparti per la foto, nemmeno io fotografo con macchine professionali, ho una semplice compatta digitale ^_^
Poi elaboro con il pc :)
Tranquilla, la foto è importante ma la ricetta non è da meno :)
Se hai tempo sarò lieta di averti tra le partecipanti ^_^

Cicabuma ha detto...

Ciao Theodora,
sono arrivata a te attraverso una mail informativa della "Casa del Campo". Il tuo blog è decisamente "goloso" e sono certa che prima o poi verrò a provare direttamente la tua cucina.
Intanto sul tuo sito ho fatto una bellissima scoperta: l'orto sul tasto. Ho già fatto un ordine e adesso non vedo l'ora che arrivi mercoledì per assaggiare i buoni prodotti che propongono.
Si fanno sempre bellissime scoperte sul web e tu, Theodora, sei già stata messa nei miei preferiti!
Un abbraccio
Francesca

Carola ha detto...

Ciao Theodora,
non sapevo di aver inaugurato PURACUCINA !!
un abbraccio, a presto :-))

Lo spadellatore ha detto...

Ciao Theodora!
Sono passato a salutarti!
Non sapevo che le quiches della presentazione le avessi fatte tu! Ne ho mangiate un sacco, erano buonissime. ;-)

Babuska ha detto...

Io mi son portata a casa le mini quiches avanzate, pochine per la verità, ed erano eccezionali anche il giorno dopo. Mò vedo se nel blog c'è la ricetta... Un bacione!

puracucina ha detto...

@Francesca a.k.a. Cicabuma:
Benvenuta e grazie per avermi messo tra i tuoi preferiti!
Dai, un giorno vieni a trovarmi a casa del campo. Ogni tanto ci sono anche a pranzo. Ti farò sapere le giornate!
P.S.: Io sono sempre soddisfata della mia cassetta di verdure dal orto sul tasto, spero lo sarai anche tu domani!

@Carola:
Sì sì, la tua mail era la prima che ho avuto tramite il blog!!! Quindi, hai visto per caso "Julie & Julia"? Ti ricordi la scena quando Julie saltava di gioia per il primo commento sul suo blog? Ecco, qui era così! ;oP

@Nicodemo:
Grazie di essere passato a salutarmi! Sono contenta che anche a te siano piacute le quiche! A presto!

@Babuska:
Ciao! Sei riuscita a trovare la ricetta? Ecco il link: http://puracucina.blogspot.com/2009/06/quiche-di-tofu-e-ricotta.html
Ah, dipende dalla marca del tofu, ma può capitare che ti ci vorrebbe più latte! Baci baci!