martedì 17 maggio 2011

Torta Marocchina alle Arance e Cardamomo


Abbiate fiducia, gli indirizzi di churrerías arriveranno! Se volete, potete già prenotare il volo per Siviglia, poi vi darò le dritte! ;) Intanto, prima che spariscano del tutto le arance dal mercato, vi passo una ricetta di una torta marocchina fatta con mandorle e semolino. Questa torta è più buona mangiata il giorno dopo. Trattandosi di una torta sciroppata, più lasciamo che lo sciroppo penetri, meglio è; altrimenti potrebbe risultare un po' secca. Ovviamente, non potete abbandonarla per una settimana a giacere in cucina.

per 8-10 porzioni

115 gr di burro ammorbidito + altro per ungere
100 gr di zucchero di canna, per la torta
100 gr di zucchero semolato, per lo sciroppo
2 uova
3 grosse arance biologiche/ non trattate, la scorza grattugiata e il succo
175 gr di semolino + altro per infarinare
100 gr di farina di mandorle
10 gr di lievito per dolci in polvere
1 cucchiaino di acqua di fiori d’arancio (facoltativo)
3 bacche di cardamomo
2 vasetti da 170 gr di yogurt greco al naturale, per servire

Lavorate il burro, la scorza di arance e lo zucchero di canna con un mixer fino a quando sarà spumoso e lo zucchero sarà disciolto. Incorporate le uova uno alla volta e infine, se la usate, l’acqua di fiori di arancio.
Successivamente, unite anche il semolino e la farina di mandorle con una spatola o, se usate sempre il mixer, usate la velocità bassa.
Ungete e infarinate con il semolino uno stampo rotondo di 24 cm di diametro circa e versateci il composto.
Infornate a 170°C (forno ventilato) per 15-20 minuti fino a quando la torta sarà dorata. Inserite uno spiedino di bambù o un coltello al centro di essa, se la torta è cotta, dovrebbe risultare asciutto.

Nel frattempo, potete preparare lo sciroppo. Mettete il succo di arance (300 ml circa) e lo zucchero semolato in un pentolino assieme alle tre bacche di cardamomo (leggermente schiacciate).
Fate ridurre il tutto a fuoco dolce fino a quando avrà una consistenza sciropposa.

Quando la torta sarà pronta, bagnatela con 2/3 dello sciroppo e conservate l’atro 1/3 per la presentazione. Servite la torta a spicchi con una cucchiaiata di yogurt e un giro di sciroppo.

7 commenti:

Babs ha detto...

:) splendida mia cara, davvero invitante

fausta ha detto...

ho una ricetta simile... ma si tratta di una torta greca; sempre di mediterraneo si tratta!
Questa è bellissima e poi il cardamomo mi piace davvero tanto...
ciao

Letiziando ha detto...

Particolare e originale. Mi piace e quando la provo t faccio sapere il responso :)

Blueberry ha detto...

troppo buona con la puccetta, per merenda con un buon the dev'essere gustosissima. uno di quei sapori che difficilmente dimentichi.

ROBERTO ha detto...

Ciao complimenti per il blog!! Ti scrivo per informarti che sto facendo un contest nel mio blog! se ti va di partecipare vieni a vedere di cosa si tratta!! Ciao e grazie!
http://www.myart-robertomurgia.blogspot.com/2011/05/cook-with-my-art.html

Le ricette dell'Amore Vero ha detto...

che brava che sei! complimenti! vieni a trovarmi se ti va! bacioni!

puracucina ha detto...

Ciao a tutti!
Questo mese va così, perdonatemi se nn vi rispondo subito! :((

Babs, grazie! Sai che anche con l'aggiunta di scaglie di mandorle sulle fette della torta, viene ancora più carina. Solo che avevo già fatto le foto e ero troppo pigra per rifarle! ;D

Fausta, Ciao! :)) Anche a me piaciono molto, l'unica cosa penso che sia un sapore molto forte che potrebbe coprire il resto, alla fine lo uso con molta parsimonia.

Letizia, allora? L'hai provata?

Chiara, ciao! Ma hai trovato poi alla fine la ricetta di roti chanai? Scusa se sono rimasta indietro con le notizie! ;D

Roberto e Dada, benvenuti! :)) Grazie mille del complimento e passerò sicuramente a trovarvi! ;))